Shop online e social: coppia vincente

Il binomio ecommercesocial si è dimostrato vincente già anche per l’anno in corso e tutti gli shop online dovrebbero avere una strategia efficace e continua per farsi pubblicità in rete.

È vero, sono sicuramente due mondi diversi, ma del tutto complementari… e poi come dice il proverbio: gli opposti si attraggono.

Negli ultimi anni, per motivi ben conosciuti, abbiamo infatti assistito ad una impennata dello shopping online ed è comprensibile poiché molte attività per evitare il fallimento hanno dovuto scegliere l’apertura del negozio in rete, come unica alternativa per portare avanti gli affari. Dall’altra parte, le famiglie hanno iniziato a cercare in rete beni di prima necessità, ma anche vestiario, giocattoli, articoli per la scuola e tanto altro.

Come ben sappiamo gli ecommerce hanno alcuni vantaggi rispetto ad un negozio fisico, eccone alcuni:

  • non hanno limiti né di orario né di spazio, perché aperti in ogni momento della giornata, ogni giorno dell’anno e raggiungibili ovunque, grazie ad un computer, uno smartphone o un tablet. È sufficiente una connessione ad internet;
  • garantiscono un pratico processo di acquisto, veloce e comodo, spedizioni rapide e sicure e la possibilità di effettuare reso e rimborso.

 

3 motivi su cui puntare

Pur essendo in continuo aumento, non tutti sfruttano appieno le potenzialità di un negozio online, di internet e dei social network per farsi pubblicità. Chi ha un ecommerce deve conoscere l’importanza che i canali social hanno per l’attività, uno dei punti di svolta per la popolarità del sito e quindi dell’azienda, piccola o grande che sia.

Naturalmente i canali social aziendali hanno una gestione diversa da quelli personali e proprio per l’impegno maggiore che richiedono, molti proprietari di ecommerce tendono a lasciar perdere. Niente di più sbagliato!

Dati alla mano risulta evidente quanto sia importante per ogni shop online avere una strategia duratura di promozione sui social network.

Ecco alcuni motivi per puntare su questa coppia vincente:

  1. Condivisione → gli utenti pubblicano e condividono le loro opinioni sui vari brand, presenti o no sui social. Quindi tutti quelli che sono iscritti ai social network generano un flusso di feedback davvero grande. Un’attività, che lo voglia o meno, sarà sicuramente oggetto di discussione da parte dei consumatori, per questo tanto vale sfruttare questo settore per conoscere cosa il mondo del web sta dicendo e captare i loro interessi.
  2. Domande e richieste → quando il consumatore ha qualche dubbio o domanda da porre sui prodotti/servizi offerti la prima cosa che fa è contattare il servizio clienti. Ottima cosa! Solo che oggi l’assistenza non è più fornita da un numero verde, ma ha avuto un’evoluzione: pagine social, mail e messaggistica privata.
  3. Conoscenza del marchio → chiamata “brand awareness”, uno dei metodi principali per migliorarla è avere pagine social che conferiscono credibilità al brand aumentandone la sua popolarità in rete.

 

Quali sono le migliori piattaforme da utilizzare?

Prima di tutto vorrei precisare che i canali social hanno un senso di esistere se costantemente aggiornati. Se non hai molto tempo da dedicare ai tuoi account social è bene sceglierne uno solo. Avere tante utenze, ma utilizzarle poco e male, non è davvero la cosa più adatta. Come dice il proverbio: “meglio pochi ma buoni”.

Ecco alcune delle piattaforme migliori da usare per l’ecommerce:

  • Facebook: il social network per eccellenza che registra il maggior numero di utenze, garantendo allo shop online il target più ampio. Perfetto per promuovere prodotti/servizi e creare eventi.
  • Instagram: quasi a pari merito con il primo, è ai primi posti per il numero di utenti e negli ultimi anni ha avuto un incremento davvero molto alto.
  • Twitter: si fonda sul concetto di messaggi brevi e diretti, detti appunto “tweet” (cinguettii). È indicato per creare piccoli post con una chiamata all’azione da parte dell’utente e spingerlo a fare qualcosa, come “clicca qui”, “scopri l’offerta”, “iscriviti”, “compra subito”, ecc.
  • Pinterest: non è tra i più conosciuti, ma fornisce i suoi privilegi, trattandosi di un canale soprattutto visivo è adatto per esporre il proprio catalogo prodotti.
  • Whatsapp e Telegram: semplici social per la messaggistica istantanea sono utili per l’ecommerce! Creando un canale dedicato ai clienti e condividere promozioni.

Lascia un commento